Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per funzionalità e servizi. Leggi l'informativa per saperne di più o negare il consenso ai cookie. Chiudendo questo banner o comunque proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

«Tutti siamo invitati ad accettare questa chiamata: uscire dalla propria comodità e avere il coraggio di raggiungere tutte le periferie che hanno bisogno della luce del Vangelo» (Francesco, Esortazione Apostolica “Evangelii gaudium”, n. 20).

Nel nostro territorio sono presenti varie associazioni, che nel 2004 sono state coinvolte dal Comune nel “contratto di quartiere”: Associazione per la Pace tra i Popoli, Gruppo Alpini, Comitato Benefico del Carnevale, Associazione Calcio BNC NOI, Associazione Volley, Gruppo Scout, Associazione Podistica, Associazione Punta Ala, Associazione NOI, Associazione Il Mosaico, Associazione Mondo Fantastico, Archivio Conz, Fondazione AIDA, San Vincenzo de Paoli, Scuola di Formazione Impegno socio-politico, Comitato dei cittadini, Emergency, Amnesty International, Circolo ARCI.

«Tutti siamo invitati ad accettare questa chiamata: uscire dalla propria comodità e avere il coraggio di raggiungere tutte le periferie che hanno bisogno della luce del Vangelo» (Francesco, Esortazione Apostolica “Evangelii gaudium”, n. 20).

Nel nostro territorio sono presenti varie associazioni, che nel 2004 sono state coinvolte dal Comune nel “contratto di quartiere”: Associazione per la Pace tra i Popoli, Gruppo Alpini, Comitato Benefico del Carnevale, Associazione Calcio BNC NOI, Associazione Volley, Gruppo Scout, Associazione Podistica, Associazione Punta Ala, Associazione NOI, Associazione Il Mosaico, Associazione Mondo Fantastico, Archivio Conz, Fondazione AIDA, San Vincenzo de Paoli, Scuola di Formazione Impegno socio-politico, Comitato dei cittadini, Emergency, Amnesty International, Circolo ARCI.

A.C. BNC

A.C. BNC NOI

«Non sapete che, nelle corse allo stadio, tutti corrono, ma uno solo conquista il premio? Correte anche voi in modo da conquistarlo!» (Prima Lettera di san Paolo ai Corìnzi 9,24).

L’A.C. BNC NOI (Associazione Calcio BorgoNuovoChievo NOI) nasce nel 2003 dalla fusione di due società, l’A.C. Borgonuovo e l’ANSPI Chievo: i suoi colori sociali sono il verde, dal Borgonuovo, e il giallo, dal Chievo.
Si tratta di una società giovane, che tuttavia ha cominciato a far parlare di sé e a perseguire importanti obiettivi, puntando progressivamente sempre più in alto.
Attualmente la società dispone di due campi sportivi, uno in via Selinunte (Borgonuovo) e uno in via Puglie (Chievo), nonché dal 2005, dopo un progetto di ristrutturazione e riqualificazione, anche di una casetta che si affaccia su Piazza F.lli Turazza (ex Piazzetta delle Associazioni), che funge da sede.
Negli anni si è formato un gruppo dirigente molto affiatato e, grazie alla volontà e all’impegno che ciascuno profonde nell’attività, il BNC ha ottenuto alcuni importanti risultati. Nell’anno calcistico 2007/2008 ha infatti raggiunto la promozione dalla Terza Categoria alla Seconda Categoria ed i Giovanissimi ’93, dopo essere risultati primi del loro girone, sono arrivati nella fase finale mancando solo per un soffio il titolo provinciale.
Nell'anno 2008/2009 la squadra di Seconda Categoria è stata promossa in Prima Categoria, ottenendo così due promozioni consecutive, mentre gli Allievi A hanno ottenuto il titolo provinciale e i Giovanissimi A sono arrivati in finale per lo stesso titolo.
Perfino il quotidiano L’Arena ha parlato del BNC come di una società rivelazione, che in poco tempo è riuscita a raggiungere le vette delle classifiche.
Anche quest’anno si prospetta molto interessante... perciò forza BNC!

È possibile reperire i risultati settimanali delle partite e le classifiche dei vari gironi sul sito ufficiale della FIGC – Comitato Regionale Veneto, leggendo i comunicati che vengono settimanalmente pubblicati nell’area “Verona” della sezione “Settore Giovanile e Scolastico”.

Elisa Franzini

Per la Pace

PER LA PACE TRA I POPOLI

«La fraternità è una dimensione essenziale dell’uomo, il quale è un essere relazionale [...]; senza di essa diventa impossibile la costruzione di una società giusta, di una pace solida e duratura» (Papa Francesco, Giornata Mondiale per la Pace 2014).

Dati
Registro Regionale VR n. 0268
P. Iva 93075630231
Via Enna, 12 - 37138 Verona
Cell. 3358021903
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito: www.liberalapace.it

Storia
L'associazione Per la Pace tra i Popoli trova le sue radici in un tempo abbastanza lontano, nella figura di Filippo De Girolamo (al quale è stata dedicata, da alcuni anni, una via del quartiere di Borgonuovo): uomo di pace ed attivo nel sociale, attento ai bisogni degli ultimi, morto tragicamente. Il suo esempio ha sempre accompagnato le azioni della nostra associazione.
Operiamo nel quartiere da oltre venticinque anni. Gli scopi che ci siamo sempre proposti sono di tipo culturale, sociale e aggregativo. Cerchiamo di creare cultura di pace, di tolleranza, di uguaglianza, di rispetto per tutti gli uomini. Il nostro intento è quello di creare comunità e crescita civile. Il nostro obiettivo principale è sempre comunque il "bene della persona".
Dal 1990 svolgiamo attività educative, attraverso l'utilizzo di un teatrino di burattini, come alternativa alla comunicazione univoca della televisione e come mezzo per trasmettere messaggi positivi per la crescita umana e sociale dei bambini/e.
Collaboriamo da circa otto anni con il "Movimento Umanista" che trova le proprie radici in Argentina e che si è moltiplicato in tutto il mondo, movimento con i nostri principi e le nostre stesse finalità.
Abbiamo progettato vari corsi: corso alla nonviolenza (tenuto nelle scuole); corso di guida all'ascolto della musica per bambini e adulti; corso di danze popolari; conferenze sul laser in medicina (tenute all'università popolare); concerti in collaborazione con il Comune di Verona, consapevoli come siamo che la musica essendo universale accomuni tutti i popoli; corso di yoga per bambini per conoscere il proprio corpo; corso di spagnolo per adulti.
Inoltre abbiamo una biblioteca di circa cinquemila libri a cui i soci possono attingere in ogni momento. L’abbiamo chiamata ‘Bibliothè’ perché il martedì dalle ore 16.30 alle 18.30 è aperta a tutti (anche ai non soci per quattro "ciacole" in compagnia, sorseggiando thè o caffè e magari qualche biscottino).
Il nostro sogno più grande era quello di aprire nel nostro quartiere la "Casa della Pace", per poter rendere possibili tutti i nostri progetti e collaborare con quanti desiderino lavorare con noi. Finalmente il nostro sogno è diventato realtà: adesso abbiamo una sede e un punto di riferimento per tutti alla Casa della Pace "Filippo De Girolamo" situata in Via Enna, 12.
L’associazione Per la Pace tra i Popoli fa parte dal 2004 del gruppo di associazioni firmatarie del Contratto di Quartiere II - Borgo Nuovo si diventa (il quartiere da periferia a città, un programma complesso di riqualificazione urbana e sociale finanziato dal Ministero delle Infrastrutture e dalla Regione Veneto).

Informazioni
Per contattarci o incontrarci puoi telefonare a Liliana (cell. 3358021903).
Offriamo lo spazio per compleanni e riunioni, sempre compatibilmente con le attività dell’associazione.
I giorni di apertura della biblioteca sono: lunedi e venerdi dalle ore 9.30 alle 12.00; martedi dalle ore 16.30 alle 18.30 (orario estivo dalle ore 17.00 alle 19.00).

Liliana Verdolin

Podisti

PODISTICA BORGONUOVO

«Grande importanza assume oggi la pratica sportiva, perché può favorire l'affermarsi nei giovani di valori importanti quali la lealtà, la perseveranza, l'amicizia, la condivisione, la solidarietà» (Giovanni Paolo II, Roma 29.10.2000).

Storia di una Unione Sportiva
Il 22 gennaio 1973 si costituiva l’«Unione Sportiva Borgonuovo»: unione sportiva appunto per sottolineare la pluralità delle varie discipline sportive alle quali erano chiamati a partecipare i giovani del Borgo.
I fini e gli scopi ben precisi che la nuova associazione si prefiggeva richiamarono in breve tempo un buon numero di simpatizzanti che diedero inizio, con entusiasmo e spirito di sacrificio (visti gli scarsi mezzi finanziari a disposizione), alle varie attività sportive.
La prima disciplina a organizzarsi fu il calcio, poi seguirono il ping-pong e il podismo. Più avanti si costituirono una squadra di basket femminile mentre un altro gruppo di ragazzi e ragazze iniziò i preparativi per l'attività agonistica di pallavolo e di ginnastica artistica (unica società sportiva nel veronese, dopo la gloriosa istituzione comunale Bentegodi, a svolgere tale disciplina).
Ora la U.S. Borgonuovo non esiste più perché sciolta. Sono rimaste, comunque, le varie forme di attività sportiva con le rispettive squadre: calcio, volley, podismo.

Le notizie che riportiamo sono state raccolte dal Libro Verbali del Consiglio Direttivo della U.S. Borgonuovo e da un libretto pubblicitario che annunciava la "3^ Caminada ricordando Angelo Dall'Oca Bianca", marcia non competitiva in programma per domenica 27 settembre 1981.

Podistica Borgonuovo
Ora veniamo a noi, ossia al podismo.
In seguito allo scioglimento della U.S. Borgonuovo la nostra squadra si è data un nome nuovo: Podistica Borgonuovo.
Ci gestiamo nella più completa autonomia e siamo affiliati alla Unione Marciatori Veronesi.
Il nostro recapito postale è presso la Parrocchia di Borgonuovo – Via Taormina, 24 mentre la domenica mattina alle ore 7.30, prima di avviarci alla meta prefissata, ci troviamo presso la sede Volley Borgonuovo (casetta in Via Enna, 18) che gentilmente ci offre rifugio.
La nostra attività si estrinseca unicamente a livello amatoriale partecipando a tutte le manifestazioni programmate dalla Unione Marciatori Veronesi.
Attualmente il nostro organico è costituito da una cinquantina di iscritti. Vi aspettiamo alle manifestazioni podistiche... per fare sano sport e per stare insieme!

Arnaldo Ferroni

Scout

SCOUT AGESCI VR 4

«Procurate di lasciare questo mondo un po' migliore di quanto non l'avete trovato» (Robert Baden-Powell, “BP”).

L'Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani (AGESCI), che conta più di 177.000 soci, è un'associazione giovanile educativa che si propone di contribuire, nel tempo libero e nelle attività extra-scolastiche, alla formazione della persona secondo i principi ed il metodo dello scautismo, adattato ai ragazzi e alle ragazze nella realtà sociale italiana di oggi.
L'Agesci è nata nel 1974, come iniziativa educativa liberamente promossa da credenti, dall'unificazione di due preesistenti associazioni, l'ASCI (Associazione Scout Cattolici Italiani), maschile, e l'AGI (Associazione Guide Italiane), femminile.

Il Gruppo Verona 4 dell'Agesci che opera a Borgonuovo, San Massimo e Quartiere Navigatori è nato invece nel 1995, dopo 4 anni di attività con il vicino Verona 16.
Ora conta circa una settantina di ragazzi dagli 8 ai 20 anni:
- i Lupetti e le Lupette, dagli 8 agli 10 anni;
- le Guide ed Esploratori, tra i 11 ed i 15 anni;
- i Rover e Scolte, tra i 16 e 21 anni
…e 15 adulti: la Comunità Capi, di cui la maggior parte sono “brevettati”, ovvero capi che hanno completato l’iter di formazione nazionale.

Nell'azione educativa l'Associazione realizza il suo impegno politico, al di fuori di ogni legame o influenza di partito, tenendo conto dell'operato degli altri ambienti educativi. La sua diffusione, omogenea sul territorio nazionale, testimonia l'impegno civile al servizio del Paese attraverso la peculiarità del suo carisma.

I principi fondamentali dello scautismo, sono proposti attraverso un modello educativo che:
- vede i giovani come autentici protagonisti della propria crescita, orientata alla "cittadinanza attiva" (autoeducazione e senso di responsabilità);
- è attento a riconoscere valori, aspirazioni, difficoltà e tensioni nel mondo dei giovani;
- deriva da una visione cristiana della vita;
- tiene conto della globalità della persona e quindi della necessaria armonia con se stessi, con il creato, con gli altri;
- offre alle ragazze e ai ragazzi la possibilità di vivere esperienze educative comuni, al di là di ogni ruolo imposto o artificiosamente costituito, aiutando a scoprire ed accogliere la propria identità di donne e uomini e a riconoscere in essa una chiamata alla piena realizzazione di sé e all'accoglienza dell'altro (coeducazione);
- vive la dimensione della fraternità internazionale, che supera le differenze di razza, nazionalità e religione, imparando ad essere cittadini del mondo e operatori di pace.

Tutto questo si realizza con strumenti metodologici specifici ed adatti all'età dei ragazzi:
- per i "piccoli", i Lupetti e le Lupette, attraverso il Gioco, vivendo in prima persona le vicende del branco di lupi del Libro della Jungla di R. Kipling;
- per i "medi", gli Esploratori e le Guide, vivendo la forza del gruppo verticale di ragazzi, vivendo l'autonomia di tale gruppo, attraverso lo stile dell'Avventura;
- per i "grandi", i Rover e le Scolte, attraverso la Strada (sia in senso fisico che metaforico), attraverso il Servizio al prossimo ed attraverso la vita della Comunità che li raccoglie insieme.

I soci adulti dell'Associazione, sono donne ed uomini che realizzano la loro presenza di servizio come Capi nei modi propri dello scautismo.
Ogni adulto impegnato al servizio dei ragazzi, segue un particolare iter di formazione su due livelli, uno regionale e uno nazionale, che alla sua conclusione dà diritto ad un riconoscimento valido a livello internazionale.

L'Associazione dalla sua fondazione ha fatto la scelta della diarchia, della compresenza cioè di un uomo e di una donna, oltre che nelle comunità educative, ad ogni livello di responsabilità associativa.

L'Agesci è riconosciuta dalla C.E.I. (Conferenza Episcopale Italiana) e fa parte delle A.P.S. (Associazioni di Promozione Sociale), del Forum Terzo Settore, della Tavola della Pace, di Libera ed è riconosciuta dal Dipartimento di Protezione Civile.

Ilaria Campagnari