Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per funzionalità e servizi. Leggi l'informativa per saperne di più o negare il consenso ai cookie. Chiudendo questo banner o comunque proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

(beati Maria e Luigi Beltrame Quattrocchi, 1884-1965 e 1880-1951) - «L’esempio dei santi ci insegna che è possibile raggiungere la santità indipendentemente dall’età, dalla professione, dallo stato e dall’istruzione» (Benedetto XVI, 13.04.2011).

Con i vari Parroci che si sono succeduti è sempre esistito un “Gruppo Sposi”, pur articolato in modi diversi a seconda delle sensibilità e delle esigenze.
Attualmente nella nostra Comunità parrocchiale sono presenti alcuni gruppi di giovani sposi che, accompagnati da don Giorgio, si incontrano mensilmente in casa.

QUAL È IL SENSO DI UN “GRUPPO SPOSI”?
È normale che le coppie di sposi sentano il bisogno di condividere gioie, problematiche, riflessioni riguardanti la vita di famiglia e il rapporto con i figli.
Ogni famiglia nasce sotto il segno di una promessa di felicità che sembra indistruttibile. Ma, perché questa realtà grande e preziosa mantenga intatta la sua bellezza nel corso degli anni, occorre prendersene cura dedicandole tempo e attenzione per mantenere vitali le relazioni al suo interno. Si tratta di una vera e propria “manutenzione d’amore”, che impreziosisce e rafforza i legami d’affetto, assicurando loro un futuro.
Questa manutenzione non è un compito gravoso o un peso opprimente, bensì una fonte di gioia e di soddisfazione. Contro ogni visione catastrofica e minacciosa del presente e del futuro della famiglia, ogni giorno possiamo vedere e incontrare famiglie felici di camminare insieme affrontando le sfide poste dalla vita quotidiana, dal lavoro, dai figli che crescono. E sulla quotidianità della vita la fede ha molto da dire, perché quella felicità che si costruisce giorno dopo giorno sia piena e duratura.

Puoi vedere anche: Centro diocesano di Pastorale Familiare.