Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per funzionalità e servizi. Leggi l'informativa per saperne di più o negare il consenso ai cookie. Chiudendo questo banner o comunque proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

«Aderiscono all’Associazione i singoli fedeli laici che, dopo il previsto cammino di preparazione, hanno ricevuto la preghiera per una rinnovata effusione dello Spirito Santo» (Statuto, 2007, art. 4).

Con la Messa celebrata il 27 febbraio 2009 il movimento ecclesiale di spiritualità e di preghiera “Rinnovamento nello Spirito” ha cominciato nella nostra Comunità, su richiesta del Parroco don Roberto Defanti, un cammino di gruppo volto alla formazione cristiana.
È nato così il gruppo Rinnovamento nello Spirito “Maria Madre della gioia” che si ritrova ogni mercoledì (ore 21.00) per la preghiera di lode, di adorazione, di intercessione e che una volta al mese anima una Messa feriale con il proprio carisma.

Il Rinnovamento è caratterizzato dal “costituirsi di gruppi” cristiani (in Italia sono circa 1900) che pregano insieme e chiedono, nella preghiera, una nuova effusione dello Spirito Santo, in virtù della quale si abbia una presa di coscienza della Signoria di Gesù, con rinnovata esperienza dei doni e dei carismi dello Spirito e disponibilità ad usarli a servizio dei fratelli e della Chiesa.
Ciò che si nota nei partecipanti è un forte desiderio di Dio: il popolo di Dio ha sete di preghiera, ha sete della Parola di Dio, ha sete dei doni dello Spirito, dei sacramenti, di santità. Giovanni Paolo II ha definito questo movimento «una corrente di grazia e un dono speciale dello Spirito Santo per la Chiesa».
Ogni gruppo si ritrova settimanalmente, per pregare e fare un cammino di spiritualità, per crescere come cristiani che si impegnano ad evangelizzare e ad insegnare la cultura della Pentecoste.

«Con la preghiera del cuore e nell’invocazione allo Spirito, facciamo esperienza della presenza di Gesù vivo, veniamo ogni volta rafforzati nella fede e portati ad una conversione più profonda, rendendo così testimonianza della gioia e della bellezza di essere cristiani, grati di appartenere al mistero di comunione che è la Chiesa. Lo Spirito Santo, con i suoi doni, cambia i nostri cuori e ci fa gustare in modo nuovo la partecipazione all’Eucarestia e ai sacramenti, ma ci dà anche coraggio nelle prove e speranza nelle tribolazioni. Constatiamo che, al termine di ogni incontro di preghiera di lode e di ringraziamento, intercessione o adorazione, alternata ad ascolto della Parola di Dio, accompagnata da canti ed esortazioni, ci troviamo pieni di gioia e più uniti tra di noi e riusciamo a costruire relazioni fraterne più profonde.
Appartenere al Rinnovamento non significa appartenere ad un’associazione, ma ad una comunità viva di persone, che si vogliono bene, cercano di vivere sotto la guida dello Spirito Santo e, dall’incontro personale e comunitario con Gesù Cristo risorto, sentono la necessità di comunicare a tutti la gioia di questa preziosa esperienza» (Lidia, Franca, Mara).

Puoi vedere anche: www.rns-italia.it